#RivoluzioneBio

Rivoluzione Bio 2020, l’evento protagonista di SANA RESTART: un’intera giornata animata dal dibattito di tavoli tematici strategici per il settore che hanno visto l’interazione di policy maker, esperti e protagonisti del settore.

Un’occasione di lavoro e confronto con un approccio multidisciplinare che prosegue nel percorso di ricerca, aggiornamento e innovazione avviato con l’edizione 2019 e la redazione del Manifesto Bio 2030.  

La recente emergenza collegata alla pandemia Covid-19 e la sfida lanciata dal Green Deal per il raggiungimento di un impatto ambientale pari a zero al 2050 per l’Unione Europea, conferiscono una nuova centralità alla rilevanza dell’ambiente e al ruolo del Biologico. 

Ruolo che, negli ultimi anni, ha acquisito sempre più di importanza nell’agricoltura Italiana, e non solo, anche grazie all’ampio riconoscimento dei valori espressi a salvaguardia dell’ambiente e della salute dei consumatori. In un contesto di forte dinamismo, in cui è sempre più evidente la correlazione tra biologico, biodiversità e la capacità dell’uomo di mitigare i rischi pandemici, appare quindi fondamentale fare il punto sul presente per individuare visioni e soluzioni che guideranno il prossimo futuro, anche oltre il perimetro nazionale. 

Sostenibilità sociale e di impresa, rigenerazione del suolo, tutela della biodiversità, contrasto ai cambiamenti climatici, protezione degli oceani e circolarità dell’economia, politiche attive e nuove tecnologie saranno solo alcune delle tematiche di lavoro che saranno affrontate con l’obiettivo di generare uno punto di vista originale e un confronto proficuo fra le principali istituzioni e i più rilevanti player della filiera e del mondo dell’università e della ricerca

Per questo, l’edizione 2020, è stata ripensata per accogliere anche le proposte di chi opera tutti i giorni in questo settore con un’apposita Call for speaker, affinché possa portare la sua esperienza e riflessione al centro del dibattito diffuso e farne patrimonio comune.